Orvieto

La bellissima Orvieto, costruita su una rupe di tufo, è una delle cittadine più belle dell'Umbria. Visitate il suo Duomo e il pozzo di San Patrizio!
Cerca Hotel, B&B e Appartamenti
Cerca

Orvieto è una cittadina dell’Umbria, situata in provincia di Terni. E’ costruita su una rupe di tufo, e svetta anche da diversi chilometri di distanza poichè si trova in altura rispetto al paesaggio circostante. Simboli assoluti di Orvieto sono il suo magnifico duomo gotico, dedicato a Santa Maria Assunta, e il pozzo di San Patrizio, due tra le cose da non perdere durante una visita.

La distanza tra Orvieto e Roma è di circa 120 chilometri; non vicinissime quindi, ma il day trip è fortemente consigliato, sia per la bellezza della cittadina in sè, sia perchè dista pochi chilometri da un’altra attrazione molto interessante nei dintorni di Roma: il lago di Bolsena.

Durante il vostro soggiorno a Roma potrete quindi fare una vera e propria vacanza nella vacanza, godendovi il nord del Lazio e sconfinando in Umbria – dove si trova appunto Orvieto: scoprirete bellissimi panorami, piccoli borghi, un’ottima cucina e un’accoglienza genuina.

Cosa vedere a Orvieto

Nonostante la sua estensione contenuta, Orvieto è davvero ricca di cose da vedere. Ecco quali sono quelle davvero imperdibili, per gustarsi al massimo ogni momento trascorso in questa splendida cittadina umbra.

Duomo di Orvieto

1Piazza del Duomo, 26, 05018 Orvieto TR, Italia

La cattedrale di Santa Maria Assunta è il duomo di Orvieto. Si trova in pieno centro storico ed è l’edificio più imponente e importante della città. Dichiarato monumento nazionale dallo Stato italiano, l’avvio della sua costruzione risale al 1290, anche se venne completato soltanto 300 anni dopo.

La sua bellissima facciata è senza dubbio la parte più iconica e impressionante: vi lavorarono oltre 20 artisti nel corso dei secoli, ma nonostante ciò è equilibrata e uniforme nello stile. Molto bello il rosone centrale, opera dell’Orcagna, e i suoi mosaici, che la rendono molto vivace e colorata.

L’interno del duomo di Orvieto ha un bel soffitto in legno, ed è diviso in sei campate. Ci sono numerose opere d’arte sacra esposte al suo interno tra cui un affresco di Gentile da Fabriano che raffigura la Madonna con bambino, e una pietà di Ippolito Scalza che ricorda quella di Michelangelo.

Ma le principali bellezze si trovano all’interno delle cappelle laterali, che sono davvero magnifiche: prima tra tutte la cappella di San Brizio, o cappella Nova, situata nel transetto destro. E’ celebre perchè ospita al suo interno il bellissimo ciclo di affreschi che ritrae le Storie degli ultimi giorni, opera del Beato Angelico, di Benozzo Gozzoli e Luca Signorelli.

Un’altra cappella che vale la pena visitare è la cappella del Corporale, nata per ospitare la reliquia sacra per cui il duomo venne costruito, ossia il lino insanguinato durante il miracolo di Bolsena del 1263, quando l’ostia iniziò a sanguinare durante la celebrazione dell’eucarestia.

Il duomo di Orvieto è visitabile tutti i giorni dell’anno secondo i seguenti orari:

L’ultimo ingresso avviene 30 minuti prima dell’orario di chiusura. Attenzione al fatto che gli orari di ingresso possono variare per esigenze di culto.

Per visitare il duomo di Orvieto è necessario acquistare il biglietto di ingresso, a meno che non siate residenti all’interno del territorio coperto dalla diocesi Orvieto-Todi. E’ un biglietto unico che comprende l’intero sistema museale dell’opera del Duomo: la Cattedrale, il museo dell’opera del duomo, i palazzi papali e il museo Emilio Greco.

Il biglietto d’ingresso si acquista in loco oppure online. Per maggiori informazioni è possibile contattare il numero di telefono (+39)-0763342477 oppure l’indirizzo email biglietteria@operadelduomo.it

Museo dell'Opera del Duomo

2Piazza del Duomo, 26, 05018 Orvieto TR, Italia

Il museo dell’opera del Duomo di Orvieto, noto anche con il suo acronimo MODO, è una tappa imperdibile per gli amanti dell’arte sacra.

L’ingresso al MODO è regolato tramite un biglietto unico che consente l’accesso all’intero sistema museale dell’opera del Duomo di Orvieto, comprendente il Duomo, il museo Emilio Greco e il complesso dei palazzi Papali.

Per questo motivo, la visita segue un percorso preciso anche se libero: si snoda attraverso le collezioni dell’Opera del Duomo, poste in tre sedi differenti che sono Palazzo Soliano, i Palazzi Papali e la Chiesa di Sant’Agostino, situata sull’altro lato di Orvieto.

E’ a Palazzo Soliano però che si trova il fulcro dell’esposizione del museo dell’opera del Duomo: è qui infatti che sono situate l’accoglienza turistica, la biglietteria e i servizi didattici. Palazzo Soliano si trova in piazza Duomo, proprio come i Palazzi papali. La chiesa di Sant’Agostino, il terzo polo del museo, si trova invece in piazza San Giovenale; è una sede distaccata del museo, e generalmente ospita esposizioni temporanee.

Il museo è gestito dall’opera del Duomo di Orvieto, nota anche come Fabbriceria, un ente autonomo il cui compito è quello di mantenere e conservare la Cattedrale e i suoi beni, nata nel XIII secolo per volere del vescovo Francesco Monaldeschi.

Palazzi papali

Proprio di fianco al duomo di Orvieto si trovano i Palazzi papali, anch’essi visitabili con il biglietto unico del museo dell’opera del Duomo. Furono in epoca medievale accanto alla Cattedrale, ed ospitarono i papi eletti nella seconda metà del Duecento, ossia Urbano IV, Gregorio X e Martino IV.

All’interno dei Palazzi papali il percorso di visita si articola su due piani: al piano terra c’è la bellissima galleria degli affreschi, che ospita una serie di dipinti murali risalenti al XIV-XV secolo riconducibili alla “grande officina” di Orvieto, mentre al primo piano vengono esposte in 6 sale numerose sculture, dipinti e manufatti in progressione cronologica, dal Duecento alla prima metà del Seicento.

I Palazzi papali di Orvieto sono aperti secondo il seguente calendario:

Attenzione: i Palazzi papali, il Duomo e la cappella di San Brizio osservano orari diversi, e pertanto se volete vedere l’intero circuito museale, dovrete tenere conto di questo fatto.

Museo Archeologico Nazionale di Orvieto

3Piazza del Duomo, 05018 Orvieto TR, Italia

Senza spostarsi troppo dalla Cattedrale, in piazza Duomo si trova anche l’interessante museo archeologico nazionale di Orvieto; situato all’interno di un’ala dei Palazzi papali, è gestito dal Ministero dei beni e le attività culturali tramite il Polo museale dell’Umbria.

Al suo interno sono conservati reperti provenienti dalle aree archeologiche dei dintorni di Orvieto, tra cui spicca la grande necropoli etrusca. In due delle sale del museo sono stati ricostruiti affreschi provenienti dalle tombe etrusche della necropoli dei Settecamini, mentre reperti come ceramiche, bronzi o monili provengono dalle due necropoli del Crocifisso del Tufo e di Cannicella, anch’esse situate nei dintorni della rupe orvietana. Molto interessanti i corredi funerari esposti, ricchi di oggetti di importazione e di produzione locale.

Gli orari di apertura del museo archeologico nazionale di Orvieto vanno dal martedì alla domenica dalle 8.30 alle 19.30, con ultimo ingresso alle 19.00. Il biglietto si acquista direttamente in loco; l’ingresso è gratuito per i bambini e i giovani sotto i 18 anni.

Sotterranei di Orvieto

4Piazza del Duomo, 23, 05018 Orvieto TR, Italia

Sotto Orvieto si snoda un percorso sotterraneo fatto di cunicoli, cavità e ambienti di lavoro. La scoperta fu fatta negli anni Settanta, quando un gruppo di speleologi trovò un accesso, che oggi, quasi 50 anni dopo, ha portato alla riscoperta di oltre 1200 cavità.

I sotterranei di Orvieto furono utilizzati dalla civiltà etrusca, ma anche durante il Medioevo e il Rinascimento; fungevano da rete idrica (ci sono pozzi, cisterne e silos) ma anche da luoghi per l’estrazione del tufo e cantine, funzione che però venne perduta in epoca moderna grazie all’avanzare della tecnologia. Gli scavi sono ancora in corso, e sono gestiti dalla Regione Umbria e dal Ministero dei beni culturali.

Il percorso visitabile dei sotterranei di Orvieto si chiama Orvieto Underground, e tramite una visita guidata di un’ora vi permetterà di scoprire il sottosuolo della città e i tesori nascosti al suo interno. Il percorso è agevole ed è adatto a tutti; la visita è disponibile tutti i giorni dell’anno eccetto il giorno di Natale, alle 11:00, 12:15, 16:00 e 17:15. Durante il periodo estivo e l’alta stagione è consigliabile prenotare almeno un giorno prima.

I biglietti si acquistano direttamente in loco; sono previste riduzioni per studenti, anziani e comitive oltre le 20 persone. Per chi lo volesse, è possibile riservare parte del percorso per celebrare il proprio matrimonio con rito civile, in una location originale e piena d’atmosfera.

La biglietteria e l’accesso ai sotterranei avviene da piazza Duomo 23.

Pozzo di San Patrizio

5Piazza Cahen, 5B, 05018 Orvieto TR, Italia

Tra le cose più interessanti da vedere a Orvieto c’è senza dubbio il pozzo di San Patrizio, costruito durante la prima metà del Cinquecento per volere di papa Clemente VII, il quale fuggì a Orvieto dopo il Sacco di Roma e memore della brutta esperienza voleva un riparo nel caso in cui la città venisse posta sotto assedio.

E’ proprio per questo motivo che il pozzo di San Patrizio fu progettato per fornire acqua alla città, in caso di calamità o assedio. L’accesso avviene tramite due rampe elicoidali a senso unico, completamente autonome, in modo che l’acqua potesse essere trasportata dai muli senza ostacolarsi.

Il pozzo, profondo 54 metri, è stato realizzato scavando nel tufo, ed ha una forma cilindrica a base circolare con diametro di 13 metri. Per arrivare fino in fondo occorre scenderee 248 scalini; qui il livello dell’acqua si mantiene costante, grazie ad una sorgente naturale.

Nei pressi del pozzo di San Patrizio non perdetevi poi il tempio del Belvedere, l’unico tempio etrusco ancora oggi visibile sopra la rupe di Orvieto. Scoperto per caso nel 1828, risale agli inizi del V secolo a.C, e venne utilizzato fino al III secolo a.C. Ancora oggi sono ben visibili il basamento, la scalinata di ingresso e le basi di quattro colonne; tuttavia, non si sa quale fosse la divinità venerata ll’interno del tempio.

Il pozzo di San Patrizio è aperto tutti i giorni secondo il seguente calendario:

I biglietti possono essere acquistati in loco oppure online; l’accesso è gratuito per i bambini sotto i 6 anni, i disabili e un accompagnatore, e le guide turistiche in servizio lavorativo. L’acquisto online dei biglietti vale anche come prenotazione, che è consigliata ma non obbligatoria. L’accesso è consentito anche ai cani, a patto che siano di piccola taglia e vengano trasportati in borse o trasportini.

Pozzo della Cava

6Via della Cava, 28, 05018 Orvieto TR, Italia

Il Pozzo della Cava, oggi visitabile, è un’imponente opera idraulica risalente al periodo etrusco (VI – V sec. a. C.), costruito per garantire un approvvigionamento di acqua potabile alla popolazione in caso di assedio o mancanza di risorse idriche.

Fu Papa Clemente VII, fuggendo dal Sacco di Roma del 1527, ad ordinare l’ammodernamento della struttura etrusca esistente per poter attingere l’acqua della sorgente dalla via in caso di futuri assedi della città; i lavori terminarono nel 1530.

Ha una profondità di circa 36 metri e una forma cilindrica; è scavato nella roccia tufacea su cui sorge Orvieto, e presenta una serie di nicchie nella parete che servivano come punti di appoggio per le persone che scendevano o risalivano il pozzo.

Acquista il biglietto da 4,00 €

Fortezza Albornoz

7Via Postierla, 301, 05018 Orvieto TR, Italia

Per una parentesi di pace e relax a Orvieto, dirigetevi verso la rocca di Albornoz, o fortezza Albornoz, i resti di un edificio militare del XIV secolo che segnano l’ingresso ai giardini pubblici cittadini. L’ambiente è molto bello, tra le rovine – di cui si può ammirare la torre e parte del perimetro murario – e il verde del parco circostante, con una bellissima vista sulla valle sottostante dove scorre il fiume Paglia.

Dentro la rocca di Albornoz sono esposte alcune opere in bronzo dello scultore americano Jack Zajac, e la casa natale del giornalista Luigi Barzini, nato a Orvieto nel 1874, uno degli scrittori e giornalisti più famosi di inizio Novecento.

Mappa

Nella mappa seguente potete vedere la posizione dei principali luoghi di interesse citati in questo articolo

Visitare la città con l’Orvieto City Pass

Acquistando l’Orvieto City Pass avrete la possibilità di visitare i principali monumenti e attrazioni della città, risparmiando sui biglietto di ingresso. Le attrazioni incluse sono:

Con l’Orvieto City Pass avrete inoltre l’accesso garantito e l’ingresso preferenziale senza code alle attrazioni dell’elenco. La city card è sempre valida, non ha scadenza!

Dove dormire a Orvieto

Se avete in mente una vacanza a Orvieto, vi consigliamo di dormire nel centro storico, in modo da poter raggiungere a piedi le principali attrazioni della cittadina, come il Duomo, il pozzo di San Patrizio e i palazzi papali. Il centro è piuttosto esteso, ed essendo una nota meta turistica è letteralmente intriso di strutture dove dormire. A differenza di diversi borghi medievali umbri, a Orvieto ci sono anche tanti hotel, quasi tutti a tre e quattro stelle, perfetti per chi cerca tutti i comfort. In alternativa, gran parte delle strutture ricettive sono formate da bed and breakfast, appartamenti e guest house, l’ideale per spendere qualcosa meno ed avere totale indipendenza durante la vacanza.

Se invece preferite maggiori comodità, facilità di parcheggio, vicinanza ai mezzi e accesso ai servizi, scegliete senza esitazione di dormire a Orvieto Scalo, la località dove si trova la stazione ferroviaria. E’ comunque semplice arrivare in centro grazie alla funicolare, e qui troverete alcuni hotel quasi tutti a 3 stelle. Negli immediati dintorni invece troverete diversi agriturismi, in cui trascorrere notti di assoluto relax immersi nella campagna umbra, immersi nella natura e circondati da bellissimi panorami.

Cerca
Offriamo le migliori tariffe Se trovi a meno rimborsiamo la differenza.
Cancellazione gratuita La maggior parte delle strutture permette di cancellare senza penali.
Assistenza telefonica h24 in italiano Per qualsiasi problema con la struttura ci pensa Booking.com.

Hotel consigliati a Orvieto

Hotel
Hotel Oasi Dei Discepoli
Orvieto - Via Piave, 12Misure sanitarie extra
7.7Buono 2.284 recensioni
Prenota ora
Hotel
Hotel Duomo
Orvieto - Vicolo Di Maurizio N 7Misure sanitarie extra
8.8Favoloso 1.696 recensioni
Prenota ora
Hotel
Villa Acquafredda
Orvieto - Loc.Acquafredda, n. 1
8.7Favoloso 1.320 recensioni
Prenota ora
Vedi tutti gli alloggi

Come arrivare a Orvieto

Roma e Orvieto distano circa 120 chilometri. La distanza può essere coperta in auto oppure con i mezzi pubblici.

Viaggiando con un’auto propria, è sufficiente uscire da Roma in direzione nord lungo via Salaria, imboccare il Grande Raccordo Anulare a Settebagni e quindi seguire la diramazione Roma Nord fino ad entrare in autostrada A1. Da qui si procede fino al casello di Orvieto, situato in località Orvieto Scalo, a pochissimi chilometri dal centro storico. Il tempo di percorrenza di questa soluzione è di circa un’ora e mezzo, ma occorre tenere in considerazione il traffico in uscita da Roma, che può allungarlo fino a due ore o più.

In alternativa, è possibile raggiungere Orvieto in treno, utilizzando i treni regionali o regionali veloci in partenza dalla stazione Tiburtina. Il viaggio in tutto dura meno di due ore; la stazione di Orvieto si trova anch’essa in località Orvieto Scalo, in piazza Matteotti.

Per salire da Orvieto Scalo al centro di Orvieto si può utilizzare la funicolare, comoda e simpatica, che parte proprio di fronte alla stazione ferroviaria e conduce direttamente in centro, sul lato est della rupe, nei pressi del pozzo di San Patrizio. E’ conveniente anche per chi arriva in auto, poichè è possibile lasciare la macchina al comodo parcheggio e non dover perdere tempo a cercare un posto nei pressi del centro storico, che è interamente pedonale. Se non volete prendere la funicolare e viaggiate in auto, ai margini del centro ci sono alcuni parcheggi a pagamento di diverse dimensioni, ma attenzione al fatto che in alta stagione sono spesso pieni.

Meteo Orvieto

Che tempo fa a Orvieto? Di seguito le temperature e le previsioni meteo a Orvieto nei prossimi giorni.

martedì 23
15°
mercoledì 24
13°
giovedì 25
16°
venerdì 26
17°
sabato 27
11°
19°
domenica 28
10°
20°

Dove si trova Orvieto

Località nei dintorni