Trastevere

Da sempre uno dei quartieri più vivaci e ispirati di Roma, Trastevere non è quasi mai tappa di una visita di Roma mordi e fuggi ma visitatelo appena possibile!
Cerca Hotel, B&B e Appartamenti
Cerca

Tra tutti i quartieri di Roma, Trastevere è uno di quelli dall’identità più forte. E’ ufficialmente il rione XIII della capitale, e il suo nome indica proprio la sua posizione geografica, in quanto significa “al di là del Tevere”.

Fisicamente si espande per buona parte della linea ovest di confine del Municipio Roma I, anche se il suo cuore – e di conseguenza la parte più turistica – si trova all’interno di una porzione di pochi chilometri quadrati, subito alla sinistra dell’ansa del Tevere in cui si trova anche l’isola Tiberina.

Tipicamente quartiere di lavoratori, specialmente di quelli le cui attività erano legate al fiume, nel Novecento divenne famoso anche grazie ad Alberto Sordi, che qui nacque in una casa di via San Cosimato. Ed è proprio la sua atmosfera decadente ma affascinante, lontana dagli splendori della Roma più turistica e scintillante, che rende Trastevere una tappa imperdibile per una visita di Roma.

Molto caratteristiche infatti sono le sue stradine tortuose, ricoperte da sanpietrini, sulle quali si affacciano case medievali ex popolari. Al contrario, dopo il tramonto Trastevere si trasforma e diventa chic e glamour grazie all’abbondanza di ristoranti, molti dei quali tipici romani, ma anche locali e pub per il divertimento notturno.

Cosa vedere a Trastevere

Trastevere occupa approssimativamente una superficie di un triangolo con base 2-3 chilometri e altezza 1 chilometro, con il Tevere che lo delimita sui lati nord-est e sud-est. Non è quindi troppo ampio, e si presta bene ad essere girato a piedi. E’ un quartiere verace di Roma, molto autentico e fuori dai principali circuiti turistici; tuttavia non pensate di trovarvi da soli, state comunque visitando una delle città più famose del mondo!

Ci sono tante cose da vedere a Trastevere, tra musei d’arte, giardini e chiese. Ma dedicate anche del tempo alla scoperta del quartiere senza una meta precisa, girovagando per le sue stradine e le sue piazzette, riposandovi sostando lungo il Tevere, e pranzando o cenando in una delle tante trattorie popolari che si trovano da queste parti, per gustarvi i migliori piatti della tradizione romana.

Terrazza panoramica del Gianicolo

1Piazzale Giuseppe Garibaldi, 00165 Roma RM, Italia

Il colle Gianicolo è uno dei sette colli di Roma, e si trova subito a nord di Trastevere. La terrazza del Gianicolo è uno dei principali belvedere della capitale, può essere visitata ogni giorno dell’anno, e l’ingresso è gratuito e aperto a tutti. E’ splendida all’ora del tramonto, per vedere Roma dall’alto e godersi un panorama sensazionale.

Ci si arriva comodamente con l’autobus numero 115, 75 o 870, ma il percorso si può intraprendere anche a piedi, mettendo in conto naturalmente un po’ di fatica per via della salita che vi porterà ad un’altitudine di 88 metri. Fatica che però sarà ampiamente ricompensata dall’incredibile panorama che vi si aprirà davanti, con un bellissimo skyline di Roma e il Tevere subito sotto!

Al tramonto l’atmosfera è molto suggestiva, e il Gianicolo resta uno dei punti più romantici di Roma. Tuttavia, è interessante visitarlo anche a mezzogiorno, quando viene effettuato il tradizionale sparo del cannone che segna l’ora esatta.

Basilica di Santa Maria in Trastevere

2Piazza di Santa Maria in Trastevere, 00153 Roma RM, Italia

La chiesa più famosa e importante del rione è la basilica di Santa Maria in Trastevere, situata in piazza di Santa Maria in Trastevere. Le sue origini sono antichissime: si dice infatti che fu fondata nel 217 da papa Callisto I, e che la sua costruzione originaria risalga al IV secolo. Nei secoli successivi, ovviamente, la chiesa fu rimaneggiata diverse volte, l’ultima delle quali attorno al 1870, durante il pontificato di Pio IX.

Tra le cose più belle e particolari da vedere alla basilica di Santa Maria in Trastevere spicca la nicchia con il mosaico della Madonna col Bambino, posto sulla sommità del campanile, e i bellissimi mosaici sulla facciata, risalenti al XIII secolo. Notevole l’abside, sulla cui conca è stato creato un sontuoso mosaico della Vergine e Cristo, opera di Pietro Cavallini.

All’interno c’è un bel soffitto di legno opera di Domenichino e una serie di quadri e pitture risalenti al XIX secolo, epoca del restauro voluto da Pio IX. Sono molto interessanti anche i due organi a canne, di epoche totalmente differenti: uno risale al 1702 ed è opera di Filippo Testa, mentre l’altro è di oltre 200 anni dopo: risalente al 1911, fu realizzato dalla casa francese Mutin Cavaillè-Coll.

La basilica di Santa Maria in Trastevere è aperta tutti i giorni dalle 7.30 alle 21.00, eccezion fatta per il venerdì che apre alle 9.00 e per il sabato e la domenica che chiude alle 20.00. Ad agosto, la chiesa rimane chiusa dalle 13.00 alle 15.30. Le messe si tengono alle 8.30 e alle 17.30 i giorni feriali (ad agosto solo alle 17.30), e alle 9.30, alle 11.00, alle 17.30 e alle 19.00 i giorni festivi. Quella delle 11.00 è la messa solenne celebrata dal parroco.

Basilica Santa Cecilia in Trastevere

3Piazza di Santa Cecilia, 22, 00153 Roma RM, Italia

La seconda chiesa per importanza di Trastevere è la basilica di Santa Cecilia, la patrona della musica. E’ situata in piazza di Santa Cecilia ed è caratterizzata dalla sua bella facciata in marmo bianco, con l’imponente campanile alle sue spalle. La chiesa nacque nel V secolo, ma venne rimaneggiata e ricostruita in stile barocco durante il XVII secolo.

La chiesa è molto bella sia all’interno che all’esterno, grazie allo splendido lavoro dell’architetto Ferdinando Fuga, al quale venne affidato il restauro dell’edificio dal cardinale Francesco Acquaviva d’Aragona. Come risultato, Fuga progettò lo scenografico prospetto monumentale dell’ingresso, l’ampio cortile e una serie di ambienti aggiuntivi. Il cardinale e la sua famiglia vennero poi sepolti all’interno della basilica.

All’interno della basilica di Santa Cecilia si trova anche il monastero delle monache benedettine di Roma.

Villa Farnesina

4Via della Lungara, 230, 00165 Roma RM, Italia

Famosa per gli affreschi di Raffaello, Villa Farnesina è uno splendido museo d’arte situato nel cuore di Trastevere, in origine villa cinquecentesca nata per volere del ricco banchiere Agostino Chigi di origini senesi. Oggi la villa è di proprietà dell’accademia nazionale dei Lincei, e nei suoi eleganti saloni si snoda un entusiasmante percorso museale.

Esso inizia all’atrio d’ingresso, al piano terreno; durante la visita si passa dalla bella loggia di Galatea, dove è possibile amimrare affreschi di Raffaello, Del Piombo e Peruzzi, e si passa poi dalla famosa loggia di Amore e Psiche, sulla cui volta Raffaello dipinse un altro straordinario affresco. Si continua lungo la stanza del Fregio, che prende il nome dall’affresco di Baldassarre Peruzzi sulla volta, e si sale al primo piano continuando la visita lungo la sala delle Prospettive e la stanza delle Nozze.

Non lasciate poi Villa Farnesina senza aver visitato il suo bellissimo giardino, con alberi da frutto, fontane, statue e splendidi fiori.

I biglietti per l’ingresso al museo si possono acquistare in loco oppure direttamente online, per evitare le code all’ingresso e per decidere in anticipo la fascia oraria della visita. Sono previste riduzioni per chi ha più di 65 anni, per gli insegnanti e per i ragazzi da 10 a 18 anni; i bambini fino a 10 anni invece entrano gratis, così come i disabili, i giornalisti e le guide turistiche.

Per maggiori informazioni è possibile scrivere una mail all’indirizzo farnesina@lincei.it o contattare il numero di telefono +39-0668027268.

Gallerie Nazionali di Arte Antica

5Via della Lungara, 10, 00165 Roma RM, Italia

Le Gallerie Nazionali di Arte Antica si trovano subito di fronte alla Villa Farnesina, nella zona nord di Trastevere. Sono un museo nazionale d’arte il cui percorso è in realtà composto da due ambienti separati e ben distinti: la Galleria Corsini in via della Lungara 10, e l’adiacente Palazzo Barberini in via delle Quattro Fontane 13. In tutto è possibile ammirare oltre 5000 opere, che spaziano tra quadri, bozzetti, sculture e arti decorative, per un periodo che va dal Duecento al Settecento.

All’interno della Galleria Corsini ci sono esposte soltanto le opere della collezione Corsini, donato allo stato nel 1883. Questo enorme tesoro entrò in possesso di papa Clemente XII Corsini nel 1736, quando acquistò il palazzo, che durante il suo pontificato fu trasformato in una magnifica reggia.

La visita alla Galleria Corsini consente quindi di ammirare gli appartamenti papali, e alcune stanze particolari come l’alcova di Cristina di Svezia – che visse nell’edificio durante il Seicento. Tra mobili, stucchi e affreschi, è impossibile non notare alcuni capolavori di arte rinascimentale, tra cui il San Giovanni Battista di Caravaggio o il Prometeo di Salvator Rosa.

Le Gallerie Nazionali di Arte Antica sono aperte dal martedì alla domenica dalle 8.00 alle 19.00, con ultimo ingresso alle 18.00. La prenotazione è obbligatoria soltanto la prima domenica del mese, poichè è la domenica gratuita dei musei a Roma. Il biglietto si può acquistare direttamente in cassa; sono previste riduzioni per ragazzi tra i 18 e i 25 anni, mentre gli under 18 entrano gratis.

Orto Botanico di Roma

6Largo Cristina di Svezia, 23 A - 24, 00165 Roma RM, Italia

Se amate le piante e i fiori, l’orto botanico di Roma è la destinazione perfetta. Si trova al margine nord di Trastevere in largo Cristina di Svezia 23A, alle pendici del Gianicolo di cui ne occupa ben 12 ettari. In tutto all’interno è possibile ammirare ben 2500 specie vegetali, oltre a reperti archeologici, sculture e fontane settecentesche.

Ci sono anche alcune serre storiche da visitare, tra cui la serra tropicale, la serra Corsini, la serra monumentale e la serra francese. Molto interessanti gli ambienti del giardino dei Sensi, del roseto e la bellissima scalinata delle undici fontane, o degli undici zampilli.

L’orto botanico di Roma è aperto tutti i giorni dell’anno dalle 9 alle 16.30 durante l’ora solare, e dalle 9 alle 18.30 durante l’ora legale, con ultimo ingresso un’ora prima della chiusura. Per l’acquisto del biglietto di ingresso non è necessaria la prenotazione eccetto per gli ingressi di sabato, domenica e nei festivi, ed è gratuito per i bambini da 0 a 5 anni, per i disabili con accompagnatori, e per i docenti che accompagnano gruppi scolastici. E’ possibile procedere all’acquisto online in date determinate, oppure all’ingresso al momento della visita.

Inoltre, l’orto botanico organizza visite guidate per scuole, gruppi e associazioni, composte almeno da 10 persone. In alternativa, è possibile visitarlo in autonomia. Il giardino è gestito dall’università La Sapienza.

Cosa vedere vicino Trastevere

Isola Tiberina

7Isola Tiberina, 00186 Roma RM, Italia

L’isola Tiberina è l’unica isola che il Tevere forma all’interno dell’area urbana di Roma. Essendo un’isola tecnicamente non è parte di Trastevere, ma dal rione la si può raggiungere comodamente tramite il ponte Cestio; si arriva poi dall’altra parte, su Lungotevere dè Cenci, attraversando il ponte Fabricio, il ponte più antico di Roma, risalente al 62 a.C. Inoltre, la punta ovest dell’isola è comodamente osservabile anche attraversando il ponte Garibaldi, anche se da lì non è possibile scendere.

Per poco meno della metà, l’isola Tiberina è occupata dall’ospedale Fatebenefratelli e da un’altra struttura ospedaliera, una delle tre sedi romane dell’ospedale Israelitico; per il resto vi si trova una famosa trattoria romana, una bella chiesa barocca – la basilica di San Bartolomeo all’Isola -, i resti del tempio di Esculapio, e un ampio spazio cementificato, con scalinata annessa, in cui godersi il lento scorrere del Tevere magari al tramonto sorseggiando un drink.

Dall’aprile 2022 sull’isola Tiberina c’è una mostra permanente, consistente in una serie di stele dedicate alle Georgiche di Virgilio, ideate e realizzate dall’artista Corrado Veneziano. Sull’isola si tiene infine la manifestazione L’isola del Cinema, dedicata alla rassegna cinematografica della stagione.

Bocca della Verità

8Piazza della Bocca della Verità, 18, 00186 Roma RM, Italia

Come l’isola Tiberina, nemmeno la Bocca della Verità si trova a Trastevere, ma dato che ci siete così vicini, sarebbe un peccato non visitarla! Si trova infatti nella parete del pronao della chiesa di Santa Maria in Cosmedin nel rione Ripa, subito al di là del ponte Palatino, che si imbocca da Trastevere recandosi in piazza Castellani.

La Bocca della Verità è un grosso medaglione in marmo, che rappresenta un volto maschile con occhi, naso e bocca forati e cavi. Non si conosce bene quale sia l’originale rappresentazione: tra le possibilità avallate dagli studiosi ci sono Giove, il dio Oceano, un oracolo o un fauno.

La scultura, quasi sicuramente un tombino in origine, ha acquisito una fama antica e leggendaria, tanto che già nell’XI secolo si diceva che la bocca avesse il potere di pronunciare oracoli, mentre nel medioevo si pensava che fosse stato l’erudito Virgilio Marone Grammatico a costruire la bocca, da usare per mariti e mogli dubbiosi sulla fedeltà (o infedeltà) del coniuge.

La Bocca della Verità poi acquisì ulteriore fama con il film Vacanze Romane: memorabile la scena che vede ammutolita Audrey Hepburn di fronte a Gregory Peck. Oggi, il monumento è una sosta imperdibile per una visita a Roma, con i turisti in fila per farsi fotografare con la mano infilata nella bocca.

Dove mangiare a Trastevere

Trastevere è il posto ideale per assaporare la vera cultura gastronomica romana, con la sua vasta scelta di ristoranti, trattorie e osterie, che offrono piatti tradizionali e autentici della cucina del posto, accompagnati da un bicchiere di vino locale. Ecco alcuni dei ristoranti più famosi di Trastevere:

Locali e vita notturna a Trastevere

Trastevere è uno dei quartieri di Roma più interessanti dal punto di vista della vita notturna, specialmente per l’aperitivo e per le prime ore della serata. Il quartiere però non è famoso per le discoteche, in quanto è un principalmente residenziale. Alcuni dei migliori locali di Trastevere per l’aperitivo e per la sera sono:

Inoltre, potete vivere Trastevere come i giovani del posto dirigendovi verso Piazza di San Calisto19, il luogo dove si concentra la movida del quartiere. Ci potete passare per cena, per gustare i piatti della tradizione nelle numerose osterie, e poi continuare la serata nei suoi pub e locali. Molto frequentata dai giovani anche Piazza Trilussa20, un punto di ritrovo per i giovani che la sera si radunano sulle scalinate della Fontana dei Cento Frati.

Mappa

Nella mappa seguente potete vedere la posizione dei principali luoghi di interesse citati in questo articolo

Dove dormire a Trastevere

Trastevere è uno dei quartieri più affascinanti di Roma e una delle migliori zone dove soggiornare se si vuole godere dell’autentica atmosfera romana. Ci sono molte opzioni di alloggio a Trastevere, tra cui hotel, bed and breakfast, appartamenti, ma anche alloggi di lusso.

Dormire a Trastevere è una buona scelta perché si è vicini alle principali attrazioni di Roma, ma si può anche godere di un’atmosfera più tranquilla e autentica rispetto alle zone più turistiche come il centro storico. Inoltre, il quartiere è ricco di ristoranti, bar e negozi alla moda, il che lo rende perfetto per chi vuole vivere la vera vita romana.

Cerca
Offriamo le migliori tariffe Se trovi a meno rimborsiamo la differenza.
Cancellazione gratuita La maggior parte delle strutture permette di cancellare senza penali.
Assistenza telefonica h24 in italiano Per qualsiasi problema con la struttura ci pensa Booking.com.

Hotel e B&B consigliati a Trastevere

Hotel
Donna Camilla Savelli
Roma - Via Garibaldi 27Misure sanitarie extra
8,8Favoloso 2.638 recensioni
Prenota ora
Hotel
Horti 14 Borgo Trastevere Hotel
Roma - 14 Via di San Francesco di SalesMisure sanitarie extra
9,1Eccellente 1.759 recensioni
Prenota ora
Hotel
Hotel Casa Mia
Roma - 90 Vicolo della RenellaMisure sanitarie extra
7,8Buono 1.237 recensioni
Prenota ora
Vedi tutti gli alloggi

Come arrivare a Trastevere

In base alla vostra posizione a Roma, potete raggiungere Trastevere da nord, da est o da sud. Improbabile che lo vogliate raggiungere da ovest, a meno che il vostro alloggio non sia nel quartiere Gianicolense.

Iniziamo col dire che Trastevere è tagliato fuori dalla metropolitana di Roma: la stazione della linea A della metropolitana più vicina è Ottaviano, distante circa 3,5 chilometri a piedi, mentre per quanto riguarda la linea B, la fermata più vicina è Circo Massimo, distante circa 2 chilometri.

Lo si raggiunge molto meglio con il tram: le linee 3 e 8 passano proprio per il cuore di Trastevere. C’è da dire però che molte delle linee del tram di Roma non hanno grosso interesse turistico, e pertanto non è un’opzione troppo usata dai turisti.

Per quanto riguarda gli autobus, sono molto comodi quelli che fermano al di là del Tevere sul Lungotevere dei Vallati, sul Lungotevere Aventino o sul Lungotevere dei Centi, come ad esempio le linee 23 e 280, da cui poi si arriva a Trastevere attraversando uno dei numerosi ponti. O in alternativa, comode anche le linee 44, 170, 716 e 781 che fermano in piazza Bocca Della Verità, da cui si raggiunge Trastevere semplicemente attraversando il ponte Palatino.

Dove si trova Trastevere

Come risparmiare su trasporti e biglietti d'ingresso

Le City Card permettono di risparmiare sui mezzi pubblici e/o sugli ingressi delle principali attrazioni turistiche.

Roma: Pass per il Vaticano, attrazioni principali e trasporto gratuito
Roma: Pass per il Vaticano, attrazioni principali e trasporto gratuito
Risparmia tempo e denaro con una city card 2-in-1. Goditi l'ingresso senza file ai principali siti storici di Roma, tra cui i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e il Colosseo. Tessera per il trasporto pubblico gratuita inclusa.
Acquista da 149,00 €