Pantheon

Uno dei monumenti meglio conservati dell'Antica Roma è il Pantheon, antico tempio dedicato a tutti gli dei e oggi importante basilica cristiana.
Cerca Hotel, B&B e Appartamenti

Il Pantheon di Roma, ufficialmente basilica collegiata di Santa Maria ad Martyres, si trova nel rione Pigna in pieno centro storico, ed è uno dei monumenti più importanti della capitale. Per come lo conosciamo oggi fu costruito dall’imperatore Adriano nel II secolo d.C., sebbene la sua costruzione orginale sia persino più antica: risale infatti al 27 a.C., quando venne fondato da Marco Vipsanio Agrippa, dedicandolo a tutti gli dei. Ed è proprio da questo fatto che deriva il nome Pantheon, che in greco significa proprio “tempio di tutti gli dei”.

Protetto dal ministero per i beni e le attività culturali, è tra i monumenti più visitati di Roma ed è senza dubbio uno dei simboli della città eterna. Dall’esterno appare come una grossa struttura circolare, collegata all’ingresso tramite una serie di colonne corinzie che reggono un frontone. L’interno, anch’esso di forma rotonda, è visitabile e consiste in un grande atrio con una serie di piloni che sorreggono l’enorme cupola, a tutt’oggi la più grande al mondo costruita in laterizio.

Cosa vedere al Pantheon

Il Pantheon è un grosso tempio nel centro storico di Roma, che svolge anche la funzione di basilica cristiana. E’ possibile visitarlo all’esterno, ma anche entrare all’interno. La visita è interdetta durante le celebrazioni religiose e gli eventi che di tanto in tanto vengono organizzati.

Il pronao

Il pronao del Pantheon ne rappresenta l’entrata principale. Qui si trovano le 16 colonne che sorreggono il frontone, delle quali 8 sono di granito grigio e provengono dall’isola d’Elba, le altre 8 sono di granito rosa e provengono dall’Egitto. Le sue dimensioni sono impressionanti: 34 metri di lunghezza e 15 di larghezza, e dato che si trova ad un livello più alto rispetto alla piazza, per raggiungerlo è necessario salire 5 gradini.

Il pavimento e i lati del pronao sono lastricati in marmi colorati, che formano una serie di motivi geometrici.

Sul frontone del Pantheon, all’esterno del pronao, è riportata la famosa iscrizione che recita “M. Agrippa L. F. Cos. Tertium fecit”, che è l’abbreviazione della frase latina “Marcus Agrippa Luci filius consul tertium fecit”, traducibile in “Lo costruì Marco Agrippa, figlio di Lucio, nell’anno del suo terzo consolato”.

La rotonda

Il corpo principale del Pantheon è costituito dalla rotonda, ossia il suo interno. E’ un enorme cilindro coperto dalla semisfera che rappresenta la cupola. Al piano terra ci sono sei grosse nicchie, oltre all’ingresso e all’abside; il pavimento venne ricostruito nel 1873 ma l’effetto e le decorazioni sono le stesse di quello originale.

Il Pantheon è anche sede di numerosi affreschi, tra cui il più famoso è l’Annunciazione, opera di Melozzo da Forlì, che si trova subito nella prima cappella a destra.

Dentro il Pantheon riposano alcuni illustri personaggi della storia d’Italia, tra cui il pittore e artista Raffaello Sanzio, il musicista Arcangelo Corelli, e i due primi re d’Italia Vittorio Emanuele II e Umberto I, suo figlio. La tomba del primo si trova nella cappella centrale a destra, mentre quella del secondo si trova sul lato opposto. Proprio per questo motivo, il Pantheon divenne uno dei principali sacrari dei Savoia.

All’interno vi è anche un bell’organo a canne, che però non è certo risalente al periodo dell’Antica Roma. Risale infatti soltanto al 1926, costruito per mano della prestigiosa ditta Tamburini. Viene utilizzato tutt’oggi poichè di frequente, presso il Pantheon vengono organizzate numerose iniziative musicali.

La cupola

Una volta dentro al Pantheon, alzando gli occhi, non potrete non notare l’enorme cupola, del diametro di oltre 43 metri e pesante oltre 5000 tonnellate; ciò la rende la cupola più grande al mondo, più grande persino di San Pietro e della cupola del Brunelleschi a Firenze. Decorata a cassettoni di misura decrescente, venne costruita grazie a tecniche architettoniche sopraffine, messe in atto per alleggerirne la struttura.

La peculiarità della cupola del Pantheon è quella di avere un grosso foro centrale, da cui filtra la luce del sole creando un effetto davvero sorprendente. Il foro del Pantheon si è reso necessario sia per ragioni tecniche, dato che con una copertura la cupola sarebbe caduta per il troppo peso, che per ragioni simboliche, ossia per comunicare direttamente con gli dei.

Il giorno della Pentecoste cade dall’alto all’interno del Pantheon una pioggia di petali di rosa, alla fine della celebrazione del Corpus Domini.

Il foro è anche al centro di una leggenda, secondo la quale all’interno del Pantheon non entra l’acqua quando piove. Ciò ovviamente non è vero, ma l’apertura crea il cosiddetto “effetto camino”, una corrente d’aria che permette alle gocce d’acqua di frantumarsi, dando la sensazione che non piova, o che comunque piova di meno. Sul pavimento ci sono comunque fori di drenaggio, per evitare che si formino pozzanghere.

Gli esterni

Infine, non lasciate la zona del Pantheon senza prima ammirare tutti i dettagli dell’esterno della struttura. Fondamentalmente, la struttura esterna non è altro che un’enorme copertura della cupola, tanto che la nasconde per un terzo. Essendo la cupola di forma stondata e i muri verticali, si crea un’intercapedine all’interno, in cui è stato ricavato un corridoio di forma ad anello.

L’esterno del Pantheon in origine era affiancato ad altri edifici, ed è per questo che non è particolarmente decorato. Tuttavia, è possibile osservare tre fasce orizzontali, poste ad altezze differenti, create in epoche diverse con materiali diversi.

Biglietti per il Pantheon

Un tempo gratuito, da marzo 2023 l’ingresso al Pantheon è a pagamento e l’accesso è consentito soltanto al di fuori delle funzioni liturgiche. Sono comunque previste riduzioni sul costo del biglietto per i ragazzi fino a 25 anni, mentre per i residenti di Roma e per i minori di 18 anni, le categorie protette, i docenti e le scolaresche l’ingresso resta gratuito.

A causa dell’enorme afflusso di turisti, il sabato, la domenica e i giorni festivi è obbligatoria la prenotazione con almeno un giorno di anticipo tramite il sito ufficiale del Ministero della cultura, a questo indirizzo. Per la prenotazione è necessario registrarsi. Dopo l’accesso, potrete selezionare giorno e orario della visita sul calendario e verranno generati i biglietti, che riportano un codice da mostrare all’ingresso. Con una singola registrazione è possibile prenotare più biglietti e pertanto è sufficiente la registrazione di un solo membro della famiglia.

Il Pantheon di Roma è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00, con ultimo ingresso alle 18.30. Gli unici due giorni di chiusura durante l’anno sono Natale e Capodanno.

Tour guidati del Pantheon

E’ possibile visitare il Pantheon con l’audiotour ufficiale, disponibile in 8 lingue. La durata del racconto è di circa 30 minuti, dislocato lungo 15 punti di ascolto dentro e fuori l’edificio; avrete a disposizione anche una mappa per trovare i punti di interesse.

In alternativa, è possibile prenotare la visita guidata ufficiale del Pantheon, che si svolge in italiano o in inglese. Il tour dura un’ora e vi sarà data la possibilità di venire a conoscenza di tutti i segreti dell’edificio, dei dettagli costruttivi e delle opere d’arte custodite al suo interno.

Infine, è possibile organizzare in autonomia una visita guidata del Pantheon, privata o di gruppo, contattando una delle numerose guide turistiche di Roma.

Tutte queste opzioni sono a pagamento.

Il Pantheon come edificio religioso

Essendo il Pantheon una chiesa consacrata, esso viene utilizzato per la celebrazione di funzioni religiose, eucarestia e sacramenti. La domenica e i giorni festivi la messa si tiene alle 10.30 del mattino, mentre il sabato e i giorni prefestivi si tiene alle 17.00.

Celebrazioni ed eventi religiosi

Oltre al calendario delle messe, al Pantheon vengono celebrati eventi speciali e religiosi, come ad esempio la messa per il giorno di Ognissanti il 1 novembre, per l’adorazione dei defunti il 2 novembre, per l’Immacolata Concezione l’8 dicembre, e ovviamente per la vigilia di Natale, Pasqua e la Settimana Santa. Di tanto in tanto si tengono anche concerti; consigliamo di visitare la sezione apposita del sito web ufficiale per avere a disposizione il calendario aggiornato.

In occasione di celebrazioni speciali o eventi importanti, le visite al Pantheon per i turisti vengono sospese.

Come arrivare al Pantheon

Il Pantheon si trova in piazza della Rotonda, una delle piazze principali del centro storico di Roma, a due passi da piazza Navona. Dista circa mezz’ora a piedi dalla stazione Termini, circa 15 minuti a piedi da piazza di Spagna e meno di 10 minuti a piedi dalla fontana di Trevi, e pertanto è comodamente raggiungibile con una passeggiata dai principali luoghi turistici della città.

La fermata della metropolitana più vicina è Barberini, sulla linea A, distante circa 15 minuti a piedi, mentre la fermata Colosseo, sulla linea B, dista circa 20 minuti a piedi.

Per arrivare al Pantheon in autobus si possono usare le linee 62, 85 e 492, che fermano lungo corso Minghetti, da cui si arriva a destinazione camminando 5 minuti lungo via del Seminario. Altre linee di autobus che fermano in prossimità del Pantheon sono le 87, 81, 85 e 628; con queste occorre scendere alla fermata Argentina situata in largo delle Stimmate, che si trova lungo corso Vittorio Emanuele II, quindi camminare 5 minuti a piedi in direzione nord lungo via di Torre Argentina.

Informazioni utili

Indirizzo

Piazza della Rotonda, 00186 Roma RM, Italia

Contatti

TEL: +39 06 6830 0230

Orari

    Aperto tutti i giorni dalle 09:00 alle 18:45

Dove si trova

Come risparmiare su trasporti e biglietti d'ingresso

Le City Card permettono di risparmiare sui mezzi pubblici e/o sugli ingressi delle principali attrazioni turistiche.

Roma: attrazioni, pass per il Vaticano e trasporti gratuiti
Roma: attrazioni, pass per il Vaticano e trasporti gratuiti
Approfitta dell'ingresso ai siti storici di Roma, tra cui la Basilica di San Pietro, i Musei Vaticani e il Colosseo, con questo City Pass cumulativo valido 3 giorni.
Acquista da 129,00 €

Attrazioni nei dintorni